venerdì 31 dicembre 2010

Automobilismo: LE GARE IN PROGRAMMA NEL 2011 a Messina e provincia

MESSINA– “Quest’anno abbiamo avuto problemi, sia economici che di percorso (una frana ha ostruito la strada qualche giorno prima la prova di Francavilla) ma nel 2011 organizzeremo alla grande il Rally Taormina Messina, in calendario a metà ottobre”. Lo ha dichiarato il dott. Beppe Pirrone, presidente della Jonico Corse, la scuderia che insieme all’Automobile Club di Messina organizza la gara. E sarà ancora un evento di cartello, perché valido per una manifestazione a carattere nazionale. Ma ad aprire il cartellone delle gare automobilistiche nel messinese per il 2011 sarà la Ronde di Gioiosa Marea, che si svolgerà lungo le strade del Tirreno il 20 marzo. Il dieci aprile invece si svolgerà una delle gare più blasonate dello Stivale e riguarda lo Slalom Torregrotta Roccavaldina, valevole per il campionato italiano. Una manifestazione che richiama ogni anno a Torregrotta i più bravi piloti del settore e che rappresenta una delle tappe più importanti del campionato. Poi entrano in scena le gare rallistiche, due appuntamenti di un certo spessore che possono condizionare il risultato finale della Coppa Italia, ottava zona (Sicilia). Si tratta del Rally dei Nebrodi e del Rally del Tirreno. Il primo si svolgerà il 26 giugno, il secondo il sette agosto. Entrambi con percorso sulle strade del Tirreno. Queste due gare sono molto importanti per i piloti messinesi, perché hanno la funzione di tastare la bravura dei vari equipaggi peloritani.

I vari Ninni Ojeni, Carmelo Galipò, Carmelo Molica, Filippo Bellini, Pino Barbitta, Leonardo ed Ettore Caranna (padre e figlio) ed altri ancora (tutti piloti del Tirreno) sogliono sfidarsi in questi due rally per guadagnare la leadership. Ovviamente anche i piloti della zona jonica, i fratelli Nucita, Bruno Briguglio e la coppia La Torre-Cafeo (nella foto), faranno la loro parte in questo tour rallistico del Messinese. Comunque, dopo questi due eventi, come abbiamo riferito prima, si svolgerà il Rally Taormina Messina il 16 ottobre e poi a chiudere le manifestazioni automobilistiche nel messinese ci sarà la Ronde dei Peloritani. Quest’ultima gara è stata scritta il calendario il quattro dicembre e sicuramente sarà l’ultimo confronto dei piloti messinesi. “Anche per il 2011, ha dichiarato il delegato provinciale della Csai Armando Battaglia, la provincia di Messina sarà interessata da gare automobilistiche di un certo spessore, che sicuramente animeranno la stagione motoristica”.
Gazzetta Jonica





Parliamone anche sul mio profilo FACEBOOK
Leggi l'altro mio blog: "IL GRIDO"
Leggi l'altro mio blog: "IOGEOMETRA"
VISITA il mio sito d'ARTE

giovedì 16 dicembre 2010

LE MANS. La nuova "R18" ha una monoscocca di fibra di carbonio in pezzo unico

Audi "R18", la risposta a Peugeot. Una scelta motivata dalla voglia di raggiungere le prestazioni della Peugeot. Ricordiamo che, all'ultima 24 di Le Mans, l'Audi R15 Plus a si vinto ma per i numerosi errori commessi e per i problemi tecnici della Casa francese. Ad ispirare una inversione radicale di tendenza, per la realizzazione di questa... "coupè" Audi, è stata questa volta la estrema competitività mostrata non solo nella 24 ore francese, è stata la "Peugeot R8C". Inoltre, si è riscontrato che: "uno dei vantaggi che poteva vantare una Sport aperta era la velocità di sostituzione del pilota e gli interventi ai box e, con le nuove regole, con soli due meccanici ammessi per la sostituzione dei pneumatici (e lo ricorda lo stesso Ullrich), quel vantaggio si annulla". Inoltre, con la riduzione della potenza dei motori, la migliore efficienza aerodinamica offerta dalle biposto chiuse diviene una soluzione necessaria.
Un mare di successi - Audi ha stravinto alla gara francese di Les Mans per ben nove volte, dal 1999 ad oggi. R8, R10 TDI e R15 TDI sono i nomi delle belve, le ultime dotate di motore diesel, che hanno vinto per la casa di Ingolstadt.
Missile per asfalto - L'aerodinamica sarà sempre più importante in futuro a Les Mans, ha dichiarato il capo di Audi Motorsport, il Dr. Wolfgang Ullrich. E infatti la nuova R18 ha una monoscocca che è un pezzo unico di fibra di carbonio, che assicura leggerezza ma incrementa la rigidità, l'aerodinamica deriva dai modelli R precedenti, ma il motore è più piccolo: V6 TDI da 3.7 litri, con una trasmissione a sei rapporti.
.
LED FRONTALI A... NUMERO UNO - Audi ha mostrato la sua ultima auto da corsa, che ha due enormi occhi per vedere nel buio della 24 ore di Les Mans. Il colpo d'occhio se lo guadagnano i grandi fari a LED anteriori. La nuova R18 ha infatti degli inediti fari, “ottimizzati” per vedere in gara e di notte. Il family look con la casa automobilistica è rispettato: i fari della R18 ricordano la versione grande delle luci montate sui modelli di vetture Audi della grande serie, oggi di gran moda.
.
Un cambio di rotta epocale l'introduzione della nuova R18 per Audi Motorsport, il costruttore (insieme a Ferrari) più titolato alla 24 Ore di Le Mans con nove allori ottenuti dal 1999 ad oggi con le varie R8, R10 ed R15 (nel 2010 in versione Plus). La nuova LMP1 di Ingolstadt è infatti, come la 908 dei rivali di Peugeot una biposto con carrozzeria chiusa che per Audi è una novità, con le eccezioni della R8C del 1999 e della Bentley Speed 8. Si tratta di una scelta tecnica dettata anche dai nuovi regolamenti ACO, che prescrivono anche nuove motorizzazioni "downsized". La Casa dei Quattro Anelli ha optato ancora per una motorizzazione Diesel, un V6 3.7 litri dotata di un nuovo cambio a 6 rapporti che sostituisce la precedente unità V10 da 5.5 litri e che in seguito potrà essere dotata di KERS. Il debutto in gara è previsto per l'8 maggio 2011 alla 6h di Spa-Francorchamps della LMS, mentre il 24 aprile prenderà parte ai test ufficiali per la 24 Ore di Le Mans 2011 che si disputerà l'11 e 12 giugno. Sul circuito della Sarthe Audi schiererà tre R18 per il Team Joest, che disputerà anche la nuova Intercontinental Le Mans Cup con due vetture, mentre alla 12 Ore di Sebring (19 marzo) Audi sarà presente con le R15 plus plus.

Leggi l'altro mio blog: "IOGEOMETRA"

venerdì 10 dicembre 2010

SICILIA. Nuovo circuito di Siracusa. Lavori in corso, ma sarà senza F1 e MotoGP

SIRACUSA. Scopriamo, leggendo Autosprinta n° 49 (l'ultimo uscito in edicola), grazie alla mail di un lettore di Ragusa, che le ruspe sono già al lavoro per - vorremmo dire - resuscitare il mitico circuito di Siracusa. A rispondere al lettore è il giornalista Pietro Libro, corrispondente per la Sicilia del settimanale sportivo bolognese: "Il circuito di Siracusa verrà finalmente completato, ed in un massimo di di 21 mesi (nel 2012) sarà aperto alle competizioni di auto e moto (le ruspe si metteranno al lavoro già dopo le vacanze natalizie). Il 27 novembre è stato presentato il prpgetto di completamento dell'impianto, la cui costruzione - iniziata nel 1972 - ha subito poi lunghi anni di fermo, durante i quali comunque l'impianto (sul nastro d'asfalto agibile) ha ospitato test di auto, moto, e componenti.
Alla cerimonia inaugurale hanno presenziato il Ministro per l'ambiente On. Stefania Presigiacomo, il presidente della provincia regionale di Siracusa (Ente proprietario della struttura) On. Nicola Bono, il ravennate Valerio Maioli, presidente della "AIS-Autodromo Internazionale di Siracusa Srl", la società che con un projet financing si incaricherà di riqualificare l'impianto e successivamente di gestirlo.
Si è così realizzata una buona sinergia fra pubblico e privato, che ha permesso di sbloccare una situazione da troppo tempo "impantanata". La ("AIS - Autodromo Internazionale di Siracusa Srl") è costituita dalla "Valerio Maioli S.p.A.", leader a livello mondiale nel settore tecnologico e con trentennale esperienza nell'ambito degli autodromi e della F.1. Suo patner sarà il Gruppo Melluzzo di Siracusa che vanta una competenza di pari durata nello sport automobilistico, e che ha reso fruibile negli anni scorsi l'impianto organizzandovi diverse manifestazioni.
L'mporto complessivo dei lavori è di15.492.160 euro mentre il valore totale dell'investimento è di20.712.076 euro. Una volta aperto, il circuito potrà ospitare gare di auto e moto di tutte le categorie internazionali (F1 e MotoGP escluse).

Il progetto di completamento dell'autodromo prevede
la realizzazione di alcune modifiche al tracciato esistente, in modo da ridurre la velocità massima, mediante l'introduzione di varianti e modifica del raggio di curvatura di alcune curve. Queste varianti consentiranno il taglio della velocità in uno dei tre rettilinei più veloci e la diminuzione delle punte massime nei restanti rettilinei, salvo quello antistante i boxes. La lunghezza complessiva dopo questi interventi, sarà di mt. 5.404 per una larghezza media di mt. 12. Sono stati anche previsti due raccordi interni, che permetteranno di realizzare all'occorrenza altrettanti tracciati minori, usufruibili contemporaneamente, rispettivamente di mt. 2.707 e mt. 2549, aumentando quindi i requisiti di flessibilità dell'impianto sportivo. E' previsto anche l'ampliamento del paddock, il completamento pei piazzali e delle strutture esistenti e la ristrutturazione e ripristino delle tribune storiche".

Dopo ben quarant'anni di inattività. Infatti, negli anni 50-60, quì si svolsero importanti GP di F1, nei quali si disputarono mitiche sfide fra grandissimi campioni dell'automobilismo mondiale. Stelle del calibro di Alberto Ascari, Gigi Villoresi, J. Manuel Fangio, Musso, Von Trips, Siffert e gli inglesi Brooks, Collins, Moss, Surtees, Parkes, Clark ecc. Ma le nobili tradizioni sportive ebbero termine nel 1970 quando, malgrado gli accorgimenti suggeriti, la Commissione di vigilanza sui pubblici spettacoli, seguendo una direttiva nazionale, non autorizzò più manifestazioni automobilistiche.

GUARDA IL VIDEO della conferenza (che ha dato il via al PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DELLA STRUTTURA), avvenuta Sabato 27 Novembre 2010.






Parliamone anche sul mio profilo FACEBOOK
Leggi l'altro mio blog: "IL GRIDO"
Leggi l'altro mio blog: "IOGEOMETRA"
VISITA il mio sito d'ARTE

giovedì 26 agosto 2010

Allume (Roccalumera). L'automodellismo radiocomandato ha fatto parte del "cartellone estivo"!



ROCCALUMERA - (Allume) 25 Agosto 2010. Gara di automodellismo radiocomandato. Trattasi di gioco ma anche di passione per il "mondo" dei motori, delle corse, delle gare su piasta, su sterrato e perfino nel deserto. Nel sottofondo del video, ascoltate (oltre al sound racing dei motori Honda delle epoche d'oro della F1) anche la voce del campionissimo Jack Brabham. La raccomandazione ai tanti bulletti della strada è: "nel traffico cittadino rispettiamo limiti, divieti e segnaletica".
_________________________________________
Parliamone anche sul mio profilo FACEBOOK
Leggi l'altro mio blog: "IL GRIDO"
Leggi l'altro mio blog: "IOGEOMETRA"

lunedì 2 agosto 2010

Taormina. Rinviato al 3-4 dicembre il rally Taormina-Messina valido per il ''Trofeo Asfalto''

MESSINA - Il “Rally Taormina-Messina” in calendario il 27 e 28 agosto è stato rinviato al 3 e 4 dicembre 2010, mantenendo la validità per il Trofeo Asfalto a coefficiente uno. La decisione è stata adottata dalla Sottocommissione Rallies, dopo la richiesta formulata dal dott. Beppe Pirrone, presidente dell’associazione Jonio Corse, la scuderia che organizza la gara in collaborazione con l’Automobile Club di Messina. Il motivo è legato ad una serie di eventi in calendario per quella data, che avrebbero reso problematica la corsa rallistica. Primo fra tutti le feste religiose e patronali, con processioni lungo le strade interessate dalle prove speciali. Il dott. Pirrone, dopo aver discusso con l’ing. Massimo Rinaldi e l’ing. Marco Messina, rispettivamente presidente e vice presidente dell’ Automobile Club, ha inviato una lettera alla Csai, Sottocommissione Rally, per chiedere lo spostamento della gara. E la Commissione Sportiva Automobilistica Italiana ha risposto, sentenziando che “il comitato esecutivo ha autorizzato lo spostamento della gara al 4-5 dicembre, mantenendo la validità di Trofeo Asfalto, con coeff.1”. Il provvedimento è stato notificato anche al delegato regionale Csai, il palermitano Pasquale Mauro. Eppure c’è qualche coefficiente di sfortuna (o di malocchio?) in questa gara. Lo scorso anno l’alluvione di ottobre che si è abbattuta su Scaletta e Giampilieri ha costretto gli organizzatori a rimandare la gara a novembre; quest’anno una serie di eventi religiosi programmati il 27 e 28 agosto sulle strade interessate dal rally, hanno nuovamente costretto i dirigenti dell’Aci e della Jonio Corse a rinviare la gara.





_________________________________________
Parliamone anche sul mio profilo FACEBOOK
Leggi l'altro mio blog: "IL GRIDO"
Leggi l'altro mio blog:
"IOGEOMETRA"

sabato 12 giugno 2010

GP del CANADA, "Montreal" (8°/2010). La forza di Hamilton

La F1 e non solo... vista da BonarRIGO
Hamilton. Adesso punta al Mondiale!
.
Circuito di Monreal, 4361 m / 70 giri. Ottavo GP 2010. Dopo un anno di pausa, (nel 2008 a trionfare fu Robert Kubica su BMW. che fece anche doppietta), la F1 torna sul "cittadino veloce" di Montreal, che sorge sull'isola di Notre Dame, è intitolato al grande Gilles Villeneuve. Pista dal "carico" medio basso" e cioè dove bisogna montare ali piccole... quasi come Monza, che è il circuito più veloce del Circus. Pista priva di curvoni veloci, viene definita "Stop and Go" perchè alterna lunghi rettilinei a tornantini lentissimi. Voglio ricordare, che quì Jean Alesì vinse il suo unico GP della carriera.

Le QUALIFICHE 2008: Hamilton, all'ultimo giro di qualifica (su una pista che si sgretolava letteralmente al passaggio delle F1), ha ottenuto una fantastica Pole (in 1' 17" 886), -la seconda di quest'anno- relegando il secondo (il pur bravissimo Kubica), a oltre sei decimi. Solo terzo Raikkonen e sesto Massa.

GUARDA IL GP DEL CANADA 2008

LE QUALIFICHE 2010: Nel Q1: è un quanto mai veloce Hamilton ad issarsi in cima alla lista dei tempi... ad essere tagliati fuori, invece, sono i soliti Team NEW ENTRY. Q2: ancora Hamilton primo, ma la mannaia della non qualificazione al turno finale e decisivo cala su Michael Schumacher (13°). Q3: sebbene le gomme di mescola extramorbida gli avranno senz'altro facilitato il compito (domani partire con le stesse gomme non sarà cosa facile nei primi giri col pieno di carurante), Lweis interrompe l'egemonia Red Bull e (con 1' 15" 105), fa segnare la sua terza pole a Montreal. A seguire due sempre ottime Red Bull (con gomme dure). Secondo Webber, terzo Vettel e dietro di un soffio il ferrarita Alonso. Quindi un Button non del tutto a sua agio, poi Liuzzi con il vecchio telaio, poi Massa, Kubica e Rosberg.

__________________________________________
Il MONDIALE F1 2010
GP BAHRAIN 2010 .......... GP d'AUSTRALIA ......... GP di MALESIA ..... GP della CINA ..... GP di SPAGNA ..... GP di MONACO ..... GP di TURCHIA
__________________________________________
Parliamone anche sul mio profilo FACEBOOK
Leggi l'altro mio blog: "IL GRIDO"
Leggi l'altro mio blog: "IOGEOMETRA"
VISITA il mio sito d'ARTE

lunedì 31 maggio 2010

GP di Istambul "TURCHIA" (7°/2010) Karakiri Red Bull, Hamilton ringrazia.



















La F1 e non solo... vista da BonarRIGO
E adesso... la Ferrari (con affanno) insegue.

Istambul, 5338 m / 58 giri. Settimo GP 2010. Pista medio-veloce. Quì, mentre prima del 2009 si poteva fare a meno di parte del "carico" disponibile, adesso non si risparmia nulla per poter percorrere in pieno soprattutto la curva OTTO. Quest'anno la Ferrari, che due anni fa aveva fatto a meno del "buco" sul musetto, si è presentata (pur in una posizione di classifica nettamente migliore, rispetto al 2009), in debito di "carico" nei confronti di Red Bull, della McLaren e MercedesGP. Felipe Massa che quì ha vinto in tre occasioni, in passato ha detto: "nel curvone veloce ci vogliono due cose grande in mezzo alle gambe". Adesso pensa che ci vuole un McLaren
-
Il GP di TURCHIA 2009 (GUARDA)
Le QUALIFICHE 2010 a Istambul (GUARDA)
-
I MIEI COMMENTI ALLA GARA:
-
Scuderia Ferrari:
Non è più questione di errori di circostanza (seppure numerosi quest'anno) di Alonso, o di inadattabilità di Massa a certi mescole di pneumatici, è giusto parlare di CRISI FERRARI. Non una crisi economica o di mezzi tecnici, ma di sviluppo complessivo del mezzo meccanico. Costante la competitività delle Red Bull, addirittura miracolosa la crescita delle McLaren, perfino le Mercedes sono oggi superiori alle Rosse di Maranello. Cosa si sia inventato la concorrenza non lo sa nessuno con certezza, ma di certo chi si affida a copiare (e male) l'EFFE DUCT, significa che non è più all'avanguardia sulla concorrenza nei settori che contano. Effetto suolo in primis. Urgono nuovi cervelli.
Team Red Bull: Che un fattaccio potesse prima o poi accadere, come lo è stato al 41° giro del Gp di Turchia, lo si poteva immaginare. L'arrembante torello Vettel ha trovato nel più maturo compagno di squadra un avversario coriaceo e psicologicamente forte. Chris Horner appariva molto deluso nel dopo gara di Istambul, adesso sarà dura stabilire gerarchie prestabilite per non regalare punti a vagonate alla concorrenza. Puntare tutto sul "vecchio" Webber?
Il duo McLaren: Che Lewis Hamilton fosse un "cavallo di razza" lo si sapeva da prima che approdasse in F1. Ma il furbesco sorpasso di Button (con successivo controsorpasso di Hamilton), ha fatto allarmare anche i vertici McLaren, tanto che adducendo motivi di consumi (gli ordini di scuderia ora sono vietati per regolamento), hanno poi congelato le posizioni. Jenson non è veloce come il compagno "abbronzato", ma gli possiamo riconoscere un'intelliggenza tattica insospettabile. Sarà dura anche quì avere due galletti e non scontentarne uno per favorire l'altro.

_____________________________________________________________
AL TRAGUARDO:
1. Lewis Hamilton (GB/McLaren-Mercedes) in 1h 28' 47" 62 (media Km/h 209,066)
2. Jenson Button (GB/McLaren-Mercedes) a 2" 645
3. Mark Webber (AUS/Red Bull-Renault) a 24" 285
4. Michael Schumacher (GER/Mercedes) a 31" 110
5. Nico Rosberg (GER/Mercedes) a 32" 266
6. Robert Kubica (POL/Renault) a 32" 824
7. Felipe Massa (BRA/Ferrari) a 36" 635
8. Fernando Alonso (SPA/Ferrari) a 46" 554
9. Adrian Sutil (GER/Force India/Mercedes) a 49" 029
10. Kamui Kobayashi (GIA/Sauber-Ferrari) a 1' 05" 650

11. Pedro De La Rosa (SPA/Sauber-Ferrari) a 1' 05" 944
12. Jaime Alguersuari (SPA/Toro Rosso-Ferrari) a 07" 800
13. Tonio Liuzzi (ITA/Force India/Mercedes) a 1GIRO
14. Rubens Barrichello (BRA/Williams-Cosworth) a 1 GIRO
15.Vitaly Petrov (RUS/Renault) a 1 GIRO
___________________________________________________________
MONDIALE PILOTI
-
1. Mark Webber (Aus) 93
2. Jenson Button (GB) 88
3. Lewis Hamilton (GB) 84
4. Fernando Alonso (Spa) 79
5. Sebastian Vettel (Ger) 78
6. Felipe Massa (Bra) 67
7. Robert Kubica (Pol) 67
8. Nico Rosberg (Ger) 66
9. M. Schumacher (Ger) 34
10. Adrian Sutil (Ger) 22
11. Tonio Liuzzi (Ita) 10
12. Rubens Barrichello (Bra) 7
13. Vitaly Petrov (Rus) 6
14. Jaime Alguersuari (Spa) 3
15. Nico Hulkenberg (Ger) 1
16. Sebastien Buemi (Svi) 1
17. Kamui Hobayashi (Gia) 1
__________________________________________________________
MONDIALE COSTRUTTORI
-
1. McLaren-Mecedes 172
2 Red Bull-Renault 171
3. Ferrari 146
4. Mercedes 100
5. Renault 73
6. Force India-Mercedes 32
7. Williams-Cosworth 8
8. Toro Rosso-Ferrari 4
9. Sauber 1
___________________________________________________________
MONDIALE F1 2010
ARRIVEDERCI al GP di CANADA, Amici ferraristi. A Montreal, il prossimo 13 Giugno.
__________________________________________________________
__________________________________________


Leggi l'altro mio blog: "IL GRIDO"
Leggi l'altro mio blog: "IOGEOMETRA"

sabato 29 maggio 2010

QUALIFICHE GP di TURCHIA, "Istambul" (7°/2010) Ancora Webber.

La F1 e non solo... vista da BonarRIGO
Si compattano i tempi dei Top Team, ma è la Ferrari che fa il "gambero".
.
Istambul, 5338 m / 58 giri. Settimo GP 2010. Pista medio-veloce. Quì, mentre prima del 2009 si poteva fare a meno di parte del "carico" disponibile, adesso non si risparmia nulla per poter percorrere in pieno soprattutto la curva OTTO. Quest'anno la Ferrari, che due anni fa aveva fatto a meno del "buco" sul musetto, si è presentata (pur in una posizione di classifica nettamente migliore, rispetto al 2009), in debito di "carico" nei confronti di Red Bull, della McLaren e MercedesGP. Felipe Massa che quì ha vinto in tre occasioni, in passato ha detto: "nel curvone veloce ci vogliono due cose grande in mezzo alle gambe", l'anno scorso si è qualificato settimo dietro anche al suo compagno Raikkonen, ma in queste prove non è andato oltre un modesto ottavo posto finale. Peggio è andata al suo compagno Alonso, che in difficoltà di assetto non ha nemmeno superato la Q2 e non è andato oltre il 12° posto finale.
-
Le QUALIFICHE 2009: Il dubbio: la Ferrari di Istambul, sarà adesso all'altezza dell BrawnGP? Nel Q1, in pole c'è Vettel, le Rosse vanno cos' così. Clamorosa l'esclusione di Hamilton la cui McLaren non sta in strada. Così, emergono le scarse doti di collaudatore del Campione 2008. Nel Q2, ancora Vettel davanti a tutti. Kovalainen (l'altra McLaren) 14°, e fuori, mentre un mai domo Alonso, passa al turno finale per pochi millesimi. Nel Q3, (tempo 1' 28" 316), questa volta è la pole di Vettel, che (pur con poca benzina a bordo) ambisce a vincere la sua seconda gara di quest'anno. A segiure il veloce tedesco, sono: Button, Barrichello, Webber, Trulli, Raikkonen, Massa, Alonso, Rosberg e un ritrovato Kubica, che, al contrario del suo compagno, sfrutta bene il suo nuovo doppio diffusore.

Le QUALIFICHE 2010: Capeggia sulla grande pinna un numero importante. 800 GRAN PREMI. La Ferrari, infatti, domani scatterà per la ottocentesima volta dalla griglia di partenza di un GP di F1. Haimè non nelle posizioni che si sarebbe augurato Montezemolo, Domenicali e gli stessi piloti. Ancora fortissime le Red Bull, in buon recupero le McLaren e persino le Mercedes.
Q1: in pole provvisoria c'è Vettel, è chiaro che il missile di Newey (alquale è già stato rinnovato il contratto per il prossimo anno), ha ancora del margine.
Q2: Ancora Vettel davanti atutti, ma l'amara sorpresa è di Alonso, il quale, pur impegnandosi a fondo, (con un modesto 12° posto) non supera il turno per giocarsi la top ten. Schumi, che alla fine va anche sulla ghiaia, rientra decimo per il rotto della cuffia.
Q3: L'arrembante ed efficacissimo Hamilton, questa volta sembra essere il rivale in più del duo Red Bull. Vettel avrebbe anche potuto issarsi al primo posto, ma commette un errore all'ultimio giro e così è ancora Webber a far segnare la Pole (in 1' 26" 295), settima su sette gran premio per il bibitaro team e terza consecutiva per il pilota australiano. Quindi, dopo Webber e Vettel, domani scatteranno: Button, Schumi, Rosberg, Kubica, Massa, a sorpresa Petrov e il veloce Kobayashi.

La curiosità: Il Team Red Bull ha messo in vendita il nome della squadra. Per una cifra che si vocifera sia intorno ai 35 milioni di euro, dal prossimo anno potrebbe avere una denominazione diversa, ma viene garantito già adesso, manterrà lo sponsor Red Bull.
__________________________________________
Il MONDIALE F1 2010
GP BAHRAIN 2010 .......... GP d'AUSTRALIA ......... GP di MALESIA ..... GP della CINA ..... GP di SPAGNA ..... GP di MONACO
__________________________________________
Leggi l'altro mio blog: "IL GRIDO"
Leggi l'altro mio blog: "IOGEOMETRA"

lunedì 17 maggio 2010

GP Monaco, "Montecarlo" (6°/2010) Webber piega anche Vettel!













La F1 e non solo... vista da BonarRIGO
Doppietta Red Bull, nello show di Alonso!

GP del Principato di Monaco, 3340 m / 78 giri. Sesto GP 2010. Il "cittadino" di Montecarlo, viene definito circuito "salotto", perchè, come ha detto Nelson Piquet senior: "correre su quelle stradine, è come girare in bici nel corridoio di casa!". Ma questo tracciato, (a differenza di altre piste nate dal nulla e senza tradizione alcuna), è un circuito storico per la F1, nonchè carico di gloria. Qui, purtroppo sono avvenuti terribili incidenti come quello che costò la vita a Bandini, ma se ci riferiamo all'Albo d'Oro, (solo per limitarci ad un passato recente) nel principato vinse il Grande Jilles Villeneuve con la Ferrari-Turbo. Quì ha trionfato il "professor" Prost. Ben sei le vittorie del magico Senna. Quì, Michael Schumacher (su Ferrari), ha "picchiato" contro le barrire, per poi trionfare in tre successive edizioni. Quì oggi, si possono incontrare Principi, Vip, Modelle, e si possono ammirare terrazze gremite di belle donne con le tette al vento. Si possono osservare onassici Jacht attraccati al porto, ed incontre anche... gente comune. Gente che sogna un autografo del beniamino di turno, quì cosa più possibile che altrove.
-
Il GP di MONTECARLO 2008 (GUARDA)
Il GP di MONTECARLO 2009 (GUARDA)
Le QUALIFICHE 2010 a MONTECARLO (
GUARDA)

I MIEI COMMENTI ALLA GARA:


Fernando Alonso: E' lui (nonostante gli errori commessi in questo avvio di stagione) il vero leader indiscusso. Di voglia ne ha tanta e, se solo fosse stato un tantino più freddo e calcolatore, adesso in cima al Campionato Piloti ci sarebbe lui, nonostante le migliori monoposto siano sempre le Red Bull.

Schumacher. Il "vecchio pugile" ce la sta mettendo tutta, rispolverando ciò che non invecchia con l'età, e cioè l'esperienza e... l'astuzia. Si tiene dietro il compagno Rosberg (che non riesce a sopravanzarlo neanche rimanendo in piasta e facendo segnare giri veloci), ma superare prima di tagliare la linea del traguardo non si poteva e non si può, e un sette volte campione lo dovrebbe ben sapere. Dura la vita, vero Michael?

Mark Webber: Francamente, neanche Kris Horner pensava di ritrovarsi un pilota così forte, ancora più motivato, quest'anno. Tanto da ridimensionare il pupillo Vettel. Già l'anno scorso, il gioco dei due galletti, (pur su una monoposto di primissimo livello) ha fatto il gioco della concorrenza. Si riparte da Monte Carlo con 76 punti alla pari, ma la stagione è lunga e piena di insidie.



Robert Kubica: Il pilota polacco è forte. Quest'anno, pilotando una Renault priva di sponsor e quindi di denaro, sta dimostrando ancora di più di due anni fa (quando lottò per il mondiale), di che pasta è fatto. Manco a dirlo, l'allenamento rallistico ha fatto di lui un furetto fra i muri ed i garde rail di Monte Carlo. La Mercedes lo sta sicuramente tenendo d'occhio.
_____________________________________________________________
AL TRAGUARDO:
1. Mark Webber (AUS/Red Bull-Renault) in 1h 50' 13" 355 (media Km/h 141,814)
2. Sebastian Vettel (GER/Red Bull-Renault) a 0" 448
3. Robert Kubica (POL/Renault) a 1" 675
4. Felipe Massa (BRA/Ferrari) a 2" 666
5. Lewis Hamilton (GB/McLaren-Mercedes) a 4" 363
6. Fernando Alonso (SPA/Ferrari) a 6" 431
7. Nico Rosberg (GER/Mercedes) a 6" 651)
8. A. Sutil (GER/Force India/Mercedes) a 6" 970
9. Tonio Liuzzi (ITA/Force India/Mercedes) a 7" 305
10. Sebastien Buemi (SVI/Toro Rosso-Ferrari) a 8" 199

11. Jaime Alguersuari (SPA/Toro Rosso-Ferrari) a 9" 135
12. Michael Schumacher (GER/Mercedes) a 5" 712 *(penalizzato di 20")
13.Vitaly Petrov (RUS/Renault) a 5 GIRI
14. Karun Chandhok (IND/HRC/Cosworth) a 8 GIRI
___________________________________________________________
MONDIALE PILOTI
1. Sebastian Vettel (Ger) 78
2. Mark Webber (Aus) 78
3. Fernando Alonso (Spa) 75
4. Jenson Button (GB) 70
5. Felipe Massa (Bra) 61
6. Lewis Hamilton (GB) 59
7. Robert Kubica (Pol) 59
8. Nico Rosberg (Ger) 56
9. M. Schumacher (Ger) 22
10. Adrian Sutil (Ger) 13
11. Tonio Liuzzi (Ita) 10
12. Rubens Barrichello (Bra) 7
13. Vitaly Petrov (Rus) 6
14. Jaime Alguersuari (Spa) 3
15. Nico Hulkenberg (Ger) 1
16. Sebastien Buemi (Svi) 1
__________________________________________________________
MONDIALE COSTRUTTORI
1. Red Bull-Renault 156
2. Ferrari 136
1. McLaren-Mecedes 129
4. Mercedes 78
5. Renault 65
6. Force India-Mercedes 30
7. Williams-Cosworth 8
8. Toro Rosso-Ferrari 4
___________________________________________________________
MONDIALE F1 2010 ARRIVEDERCI al GP di TURCHIA, Amici ferraristi. A Istambul, il prossimo 30 Maggio.
__________________________________________________________
GP BAHRAIN 2010 ......... GP d'AUSTRALIA ......... GP di MALESIA ........ GP della CINA ..... GP di SPAGNA ..... GP di MONACO
__________________________________________
Parliamone anche sul mio profilo FACEBOOK
Leggi l'altro mio blog: "IL GRIDO"
Leggi l'altro mio blog: "IOGEOMETRA"
VISITA il mio sito d'ARTE

sabato 15 maggio 2010

GP Monaco, "Montecarlo" (6°/2010) Duello Webber vs Kubica!

La F1 e non solo... vista da BonarRIGO
Nel circuito "salotto", è tripletta Renault!
.

Monaco, 3340 m / 78 giri. Sesto GP 2010. Il "cittadino" di Montecarlo, viene definito circuito "salotto", perchè, come credo abbia detto Nelson Piquet senior: "correre su quelle stradine, è come girare in bici nel corridoio di casa!". Ma questo tracciato, (a differenza di altre piste nate dal nulla e senza tradizione alcuna), è un circuito storico per la F1, nonchè carico di gloria. Qui, purtroppo sono avvenuti terribili incidenti come quello che costò la vita a Bandini, ma se ci riferiamo all'Albo d'Oro, (solo per limitarci ad un passato recente) nel principato vinse il Grande Jilles Villeneuve con la Ferrari-Turbo. Quì ha trionfato il "professor" Prost. Ben sei le vittorie del magico Senna. Quì, Michael Schumacher (su Ferrari), ha "picchiato" contro le barrire, per poi trionfare in tre successive edizioni. Quì oggi, si possono incontrare Principi, Vip, Modelle, e si possono ammirare terrazze gremite di belle donne con le tette al vento. Si possono osservare onassici Jacht attraccati al porto, ed incontre anche... gente comune. Gente che sogna un autografo del beniamino di turno, quì cosa più possibile che altrove.
-
Le QUALIFICHE 2009: Dopo le modifiche al diffusore (a doppio livello), presentate a Barcellona, la Ferrari si è presentata in forma anche a Montecarlo. Nel Q1, in pole c'è Rosberg, ma le Rosse vanno forte. Bella la sorpresa delledue Force India di Fisichella e Sutil, che supereranno il turno, mentre un arrembante Hamilton blocca il retrotreno allacurva del Mirabeau e stampa il retroreno della sua McLaren Mercedes sulle gomme di protezione. divelta la posteriore sinistra e prove finite. Altro sorpresa in negativo, l'sclusione di ambedue le Toyota di Trulli e Glock, (che da due gara stanno facendo la corsa del gambero), che pur avendo portato un mare di modifiche, nessuna di esse ha superato il beneplacido della pista. Nel Q2, non per niente in pole c'è Raikkonen, mentre a Fisichella per taglio di chicane, (ma lo aveva fatto in conseguenza di un errore e quindi non ottenendone un beneficio), vengono tolti tutti i tempi della sessione. Non passano il turno le due Toro Rosso, le due BMW (per la casa dell'elica pare proprio non sia l'anno buono), e la Renault di Piquet. Nel Q3, sembrava di sognare, quando a pochi secondi dalla fine della sessione... Raikkonen è ancora saldamente in cima alla lista dei tempi... quando uno strepitoso Button (come in Spagna nei confronti del compagno Barrichello), per soli 24 millesimi (tempo 1' 14" 902), gli toglie la pole. A seguire la top ten: Barrichello, Vettel, Massa, Rosberg, Kovalainen, Webber, Alonso e Nakajima.
N.B. Hamilton (16°), per aver sostituito il cambio danneggiato nel botto al Mirabeau, è stato retrocesso (-10 p.) in ultima posizione.
-
Le QUALIFICHE 2010: La gelida notizia mi giunge accendendo la TV per assistere alle prove ufficiali: Fernando Alonso ha picchiato a Massenet ed ha provocato danni al telaio della sua monoposto tali da impedirgli (troppo tempo ci vuole per assemblare il tutto su un nuovo telaio), di partecipare alle prove ufficiali. Belli i tempi del muletto, vero? Non sarebbe il caso di reintrodurlo, visto che senza si rischia di perdere vero spettacolo?
Q1: in pole provvisoria c'è Massa, unico superstite Ferrari, la cosa fa rimpiangere l'assenza del compagno, inerme ai box, soprattutto oggi che la "Rossa" era in forma. Q2: Stavolta è Rosberg (con la Mercedes a passo corto) ad issarsi in cima alla lista dei tempi e, qualcuno si illude per la pole. Q3: Incredibile il duello con il grintoso rallista Kubica, ma è Webber (sulla magnifica Red Bull) a spuntarla per la pole finale (la terza 2010 per lui e la sesta su sei per la bibita energetica: 1' 13" 826). A segiure: appunto Kubica, Vettel, Massa, Hamilton, Rosberg, Schumacher, Button e Liuzzi.

__________________________________________
Il MONDIALE F1 2010
GP BAHRAIN 2010 .......... GP d'AUSTRALIA ......... GP di MALESIA ..... GP della CINA..... GP di SPAGNA
__________________________________________
Parliamone anche sul mio profilo FACEBOOK
Leggi l'altro mio blog: "IL GRIDO"
Leggi l'altro mio blog: "IOGEOMETRA"
VISITA il mio sito d'ARTE

lunedì 10 maggio 2010

GP di Spagna, "Montmelò" (5°/2010) Webber in paradiso!

La F1 e non solo... vista da BonarRIGO

Webber. Quando il regolarista va in paradiso.
Alonso secondo, trae il massimo dalla sua Ferrari e dai guai degli altri.

Montmelò, 4655 m / 66 giri. Quinto GP 2010. Eccoci in patria di Fernando Alonso. Ferrari in recupero, dopo le modifiche (concesse dal regolamento per recuperare l'affidabilità) al propulsore, l'introduzione dell'ala soffiata stile McLaren. Il bicampione del mondo, però sa di non avere la migliore delle monoposto almeno in qualifica, dove invece, in splendida forma sono le Red Bull. Su un circuito in cui (a parte un lungo rettifilo), è pista da aerodinamica e carico per uscire forte dalle curve lente, le monoposto di Adrian Newey vanno letteralmente a nozze... a meno di guasti, sempre in agguato su progetti tanto al limite. McLaren che se la giocano per la vittoria. Mercedes che, (per migliorare la ripartizione dei pesi, spostandoli verso il retrotreno (e per accontentare Schumacher) ha allungato il passo, e per aumentare l'efficienza dell'ala posteriore, ha introdotto una innovativa presa d'aria più bassa e sdoppiata. Ma, il distacco dai tre migliori non sembra essersi accorciato.
-
Il GP di SPAGNA dell'anno scorso (GUARDA)

Le QUALIFICHE del GP di SPAGNA 2010 (GUARDA)
-
I MIEI COMMENTI ALLA GARA:
Schumacher. Vorremmo quasi tutti (credo), che il "vecchio" Schumi stia remando a favore principalmente del team che oggi lo paga profumatamente, piuttosto che per ribadire che non è ormai... da rottamare. Vorremmo tutti, che che le modifiche alla monoposto (allungamento del passo in primis), non servano invece a cicire addosso la monoposto a Schumi, piuttosto che farla progredire rispetto al resto dei top team. Vorremmo tutti che, a farne le spese non sia il giovane (e con una ancora lunga carriera davanti) Nico Rosberg.

Lewis Hamilton. Ripeto quanto già affermato in passato: "E' il nuovo Mansell". Infatti, in questo campionato in particolare, pur essendo nettamente più veloce del compagno di squadra... causa guasti (vedi quì in Spagna), o strategie sbagliate del team, si ritrova dietro. Ammiro Button per la sua freddezza, ma Lewis merita molta più attenzione dalla squadra.

Mark Webber. E' indiscutibilmente un buon "mulo". Nelle giornate "SI" (come in Spagna) e con un'astronave come la Red Bull d'oggi (partendo in pole), è capace di vincere. Oggi lo ha fatto. Ma, il solido pilota australiano è incostante e fa tanti errori. Così, il Team bibitaro rischia di buttare nel cesso un'altro mondiale piloti.

Sebastian Vettel. Terzo ma tremendamente triste. Il giovane tedesco, con la sua guida aggressiva degrada maggiormente le gomme. La Red Bull è ancora una volta carente di freni e su un circuito neanche tanto tremendo rischia di provocare il ritiro del suo gioiello. Il team (se anche manterrà Webber) deve pensare ad affidabilità, strategie e gerarchie.

Fernando Alonso. E' indiscutibilmente lui la prima giuda. La F10 è una buona macchina, ma non la migliore del lotto. Fernando sa porre rimedi a manchevolezze e guasti (se non gravi). Anche la Ferrari ha necessità di strategie attente (specialmente in condizioni di pioggia), affidabilità e gerarchie. Con un Massa dal caratterino bizzoso, non sarà cosa facile, ma è così che si vincono (o si perdono) i mondiali.
_____________________________________________________________

AL TRAGUARDO:

1. Mark Webber (AUS/Red Bull-Renault) in 1h 35' 44" 101
2. Fernando Alonso (SPA/Ferrari) a 24" 065
3. Sebastian Vettel (GER/Red Bull-Renault) a 51" 338
4. Michael Schumacher (GER/Mercedes) a 1' 03" 195
5. Jenson Button (GB/McLaren-Mercedes) a 1' 03" 728
6. Felipe Massa (BRA/Ferrari) a 1' 05" 767
7. A. Sutil (GER/Force India/Mercedes) a 1' 12" 941
8. Robert Kubica (POL/Renault) a 1' 13" 677
9. Rubens Barrichello (BRA/Williams-Cosworth) a 1 GIRO
___________________________________________________________

MONDIALE PILOTI

1. Jenson Button (GB) 70
2. Fernando Alonso (Spa) 67
3. Sebastian Vettel (Ger) 65
4. Mark Webber (Aus) 28
5. Nico Rosberg (Ger) 50
6. Lewis Hamilton (GB) 49
7. Felipe Massa (Bra) 49
8. Robert Kubica (Pol) 44
9. M. Schumacher (Ger) 22
10. Adrian Sutil (Ger) 16
11. Tonio Liuzzi (Ita) 8
12. Rubens Barrichello (Bra) 7
13. Vitaly Petrov (Rus) 6
14. Jaime Alguersuari (Spa) 3
15. Nico Hulkenberg 1
__________________________________________________________

MONDIALE COSTRUTTORI

1. McLaren-Mecedes 119
2. Ferrari 116
3. Red Bull-Renault 113
4. MercedesGP 72
5. Renault 50
6. Force India-Mercedes 24
7. Williams-Cosworth
8. Toro Rosso-Ferrari 3
___________________________________________________________
MONDIALE F1 2010
ARRIVEDERCI al GP di MONACO, Amici ferraristi. A Monte Carlo, il prossimo 16 Maggio.
__________________________________________________________
GP BAHRAIN 2010 ......... GP d'AUSTRALIA ......... GP di MALESIA ........ GP della CINA ..... GP di SPAGNA
__________________________________________
Parliamone anche sul mio profilo FACEBOOK
Leggi l'altro mio blog: "IL GRIDO"
Leggi l'altro mio blog: "IOGEOMETRA"
VISITA il mio sito d'ARTE
_____________________________________________

Clicca il mio progetto per il FOTOVOLTAICO
_____________________________________________

domenica 9 maggio 2010

Qualifiche GP di Spagna, "Montmelò" (5°/2010) PLEBISCITO RED BULL

La F1 e non solo... vista da BonarRIGO
Webber in cima alla vetta, ma con un solo avversario: Vettel!

Montmelò, 4655 m / 66 giri. Quinto GP 2010. Eccoci in patria di Fernando Alonso. Ferrari in recupero, dopo le modifiche (concesse dal regolamento per recuperare l'affidabilità) al propulsore, l'introduzione dell'ala soffiata stile McLaren. Il bicampione del mondo, però sa di non avere la migliore delle monoposto almeno in qualifica, dove invece, in splendida forma sono le Red Bull. Su un circuito in cui (a parte un lungo rettifilo), è pista da aerodinamica e carico per uscire forte dalle curve lente, le monoposto di Adrian Newey vanno letteralmente a nozze... a meno di guasti, sempre in agguato su progetti tanto al limite. McLaren che se la giocano per la vittoria. Mercedes che, (per migliorare la ripartizione dei pesi, spostandoli verso il retrotreno (e per accontentare Schumacher) ha allungato il passo, e per aumentare l'efficienza dell'ala posteriore, ha introdotto una innovativa presa d'aria più bassa e sdoppiata. Ma, il distacco dai tre migliori non sembra essersi accorciato.

Le QUALIFICHE 2009: Ebbene si, nelle libere del sabato, le due rosse sono tornate davanti a tutti, separate da un nulla. Il progresso c'è stato. Ma, a scanso di facili entusiasmi, a mettere le cose in chiaro ci ha pensato ancora la solita Red Bull e... la solita BrawnGP. Nel Q1, in pole c'è Massa, ma un gravissimo errore di valutazione di Kimi (o della Ferrari), identico a quello commesso in Malesia ma stavolta con l'altro pilota. Raikkonen resta ai box fermo, mentre gli altri lo scavalcano fino alla eminazione (16°) dal turno successivo. Nel Q2, in pole c'è Barrichello, mentre l'escluso illustre è il campione del mondo in carica Hamilton. Nel Q3, alla fine la Pole è andata ad un ex paracarro. Un solido ed ipermotivato Button (in 1' 20" 527), nuovo record della pista. Secondo è Vettel, (beffato negli ultimi due secondi da Jenson), e a seguire: Barrichello, Massa (risultato incoraggiante), Webber, Glock, Trulli, Alonso, Rosberg e Kubica.
-
Le QUALIFICHE 2010: Manco a dirlo, Red Bull in splenda forma, su questo circiuto (a dispetto dei progressi ottenuti da parte di tutti i top team, le monoposto "bibitare" di Newey sembrano aver addirittura aver incrementato il loro vantaggio in vetta alla lista dei tempi. Q1: in pole c'è Webber con un solo rivale il compagno di squadra. Ferrari distaccate nonostante l'F-DUCT e... la Williams di Barrichello subito esclusa. Q2: Ancora Webber in pole (grande battaglia con Vettel ancora secondo). Q3: Ed è la seconda Pole di quest'anno per Mark Webber (in 1' 19" 995). A segiure Vettel, Hamilton (a 8 decimi), Alonso, Button, Schumacher (per la prima volta davanti al compagno Rosberg), Kubica, Rosberg, Massa, Kobayashi. Per la Red Bull è la la quinta (su cinque gare disputate) Pole 2010.
__________________________________________
Il MONDIALE F1 2010
GP BAHRAIN 2010 .......... GP d'AUSTRALIA ......... GP di MALESIA ..... GP della CINA
__________________________________________
Parliamone anche sul mio profilo FACEBOOK
Leggi l'altro mio blog: "IL GRIDO"
Leggi l'altro mio blog: "IOGEOMETRA"
VISITA il mio sito d'ARTE

domenica 2 maggio 2010

Formula UNO del futuro. Vogliamo cerchi da 18", più gomma ed effetto suolo e meno ali.
















Mi fa immenso piacere che i mie lettori di questo blog abbiano (a stragrande maggioranza) preferito le tematiche tecniche da me attenzionate a proposito di Formula Uno, ed in particolare il post che titola "TECNICA ERRATA IN FORMULA UNO". Ricordatevi però, che mi mancano i vostri commenti.
(nei disegni sopra presente e futuro-secondo mia proposta- della F1).

In effetti, negli anni, i regolamenti che si sono succeduti, spesso non hanno RISCRITTO la monoposto, ma spesso la hanno modificata e modificata e modificata ancora... mantenendo errori apportatele nel passato e pretendendo nonostante ciò che adesso fosse finalmente ARMA DA SORPASSI.

TOLTI I RIFORNIMENTI
Tolti i rifornimenti, non ci sono più scuse. Se per vedere lo spettacolo in pista serve assolutamente la pioggia, allora siamo punto ed a capo. Monoposto lunghe, lunghissime... caratteristica oggi indispensabile, che però mai si è sposata con l'agilità del mezzo. Monoposto strette, con gomme ancora più strette, effetto suolo figlio di un regolamento IMBROGLIATO e che non bisognera virare il prossimo anno verso la RIDUZIONE del profilo estrattore, ma invece bisognerà (e non sono il solo a pensarlo ma anche "Quattroruote" ha buttato giù dei disegni di Piola), definire un'area CHIARA e DISTINTA entro la quale AMPLIARE lo stesso PROFILO ESTRTTORE.

PIU' GOMMA ATERRA E ANCORA MENO ALI
Nei disegni che vi propongo, (che non ho certo fatto lavorandoci sopra dei mesi, ma semplicemente stirando e tagliando con Fotoshop, disegni trovati su riviste specializzate) sono, a proposito delle ali, addirittura CONTRADDITTORIE al discorso che vi faccio adesso. Su di essi, infatti, l'ala anteriore è rimasta tale e quale e quella posteriore attuali, e la posteriore presenta addirittura dei prolungamenti (che vorrebbero essere neutri) sui due lati. Scusatemi.

F1. PASSO MAX 300 CENTIMETRI
Oggi, praticamente l'unica grande misura libera consentita è quella del passo. Bloccarne anche quella senza ampliare le carreggiate e perchè no la larghezza dei pontoni laterali, sarebbe questo si una pazzia. Allargare la scocca e con essa posizionare la benzina (che adesso è tanta) più in posizione trasversale a bassa e comunque protetta, contribuirebbe a mio avviso anche a ridurre la criticità di assetto che le attuali monoposto soffrono e che le loro antenate degli anni '80 non avevano.

IL KERS STANDARD DEVE TORNARE!
Il kers, è entrato in Formula Uno con chiare intenzioni promozionali. E' costato tantissimo, ho ridotto qualche team a defilarsi dal gruppo (vedi BMW), qualche team ne ha fatto comodamente a meno vincendo comunque o arrivando secondo nel mondiale (vedi RrawnGP e Red Bull). In occasione della oramai più che probabile reintroduzione del motore turbo standard, sarebbe cosa buona e giusta... valorizzare l'importanza dell'ENERGIA PULITA, e quindi di raddoppiare potenza di tale dispositivo ed anche impiego sul giro.

Mi fermo quì, salutando quanti mi leggeranno ed augurandomi ed augurando atutti gli sportivi, di poter godere presto uno spettacolo nuovamente al livello dei tempi migliori della Formula Uno. Giovanni BonarRIGO
_________________________________________
Leggi l'altro mio blog: "IL GRIDO"
Leggi l'altro mio blog: "IOGEOMETRA"

lunedì 19 aprile 2010

GP della CINA (4°/2010) Doppietta McLaren, box Ferrari allo sbando

F1 e non solo... vista da BonarRIGO

Button vs Hamilton. Quando l'intelliggenza vince sulla grinta!
Il GP della CINA dell'anno scorso (GUARDA)
Le QUALIFICHE della CINA 2010 (GUARDA)
-
IL MIO COMMENTO ALLA GARA

STRATEGIE FERRARI. Si, è vero, Alonso anticipando la partenza e conseguentemente beccandosi una penalizzazione ha buttato al vento una più che probabile vittoria, ma il vero vincitore Button è lì a testimoniare come una azzeccata strategia ai box possa essere efficace in condizioni difficili che si verificano (oramai in diversi GP) sotto la pioggia a sprazzi. Sono infatti dello stesso Alonso le dichiarazioni secondo cui "con un Gran Premio "normale" la Ferrari vince. Ma la pioggia è per tutti e non è a comando, semmai è uno stratega come Ross Brawn a mancare oggi alla rossa.

MCLAREN: In Cina, il team inglese ha in un solo colpo (ottimo il nuovo punteggio) buttato giù dal primo posto, sia Massa dalla Classifica Piloti che la Ferrari da quella Costruttori. Incredibile, oggi la McLaren ha un freddo ragionatore alla Prost (Button) ed un grintosissimo alla Mansell (Hamilton). Inoltre, Lewis oggi, pare proprio essere ammirato del buon Jenson. Cosa che non accadeva ai tempi di Alonso in McLaren.

NICO ROSBERG: A inizio stagione il solare e simpatoco Nico, sembrava destinato ad essere spremuto come un limone dal despota Schumi, fortemente voluto dal boss Brawn. Dopo soli quattro GP, (numeri alla mano), c'è già chi parla di Rosberg prima guida. Se lo meriterebbe!

SCHUMACHER, IPOTESI RITIRO A FINE STAGIONE? Pare che il "vecchio" (con il compagno ancora a podio e secondo in classifica generale, ora oltre a fare mea culpa, accampi delle scuse per giustificare un distacco imbarazzante (ala posteriore differente in qualifica). C'est la vie Michael, la ruota gira haimè!
____________________________________
.
AL TRAGUARDO
1. J. Button (McLaren) in 1h 46' 42" 163 (media 171, 541 Km/h)
2. L. Hamilton (McLaren) a 1" 530
3. N. Rosberg (Mercedes) a 9" 484
4. F. Alonso (Ferrari) a 11" 869
5. R. Kubica (Renault) a 22" 213
6. S. Vettel (Red Bull) a 33" 310
7. V. Petrov (Renault) a 47" 600
8. M. Webber (Red Bull) a 52" 172
9. F. Massa (Ferrari) a 57" 796
10. M. Schumacher (Mercedes) a 1' 01" 749
11. A. Sutil (Force India) a 1' 02" 784
12. R. Barrichello (Williams) a 1' 03" 665
13. J. Alguersuari (Toro Rosso) a 1' 11" 416

14. H. Kovalainen (Lotus) a 1 GIRO
15. N. Hulkekenberg (Williams) a 1 GIRO

16. B. Senna (HRT-Cosworth) a 2 GIRI
17. K. Chandhok (HRT-Cosworth) a 4 GIRI
____________________________________________________________
.
MONDIALE PILOTI
4. Jenson Button (GB) 60
5. Nico Rosberg (Ger) 50
6. Lewis Hamilton (GB) 49
2. Fernando Alonso (Spa) 49
3. Sebastian Vettel (Ger) 45
1. Felipe Massa (Bra) 41
7. R. Kubica (Pol) 40
8. Mark Webber (Aus) 28
9. A. Sutil (Ger) 10
10. M. Schumacher (Ger) 10
11. Tonio Liuzzi (Ita) 8
12. V. Petrov (Rus) 6
13. Rubens Barrichello (Bra) 5
14. J. Alguersuari (Spa) 2
15. N. Hulkenberg 1
__________________________________________________________
.
MONDIALE COSTRUTTORI
1. McLaren-Mecedes 109
2. Ferrari 90
3. Red Bull-Renault 73
4. MercedesGP 60
5. Renault 46
6. Force India-Mercedes 18
7. Williams-Cosworth 6
8. Toro Rosso-Ferrari 2
___________________________________________________________
ARRIVEDERCI al GP di SPAGNA, Amici ferraristi. A Montmelò, il prossimo 9 Maggio.
___________________________________________________________
GP BAHRAIN 2010 .......... GP d'AUSTRALIA ......... GP di MALESIA ......... GP della CINA
________________________________________________
FOGLIODISICILIA.IT le NEWS jonico Siciliane

sabato 17 aprile 2010

QUALIFICHE GP di CINA, Shanghai (4°/2010)

F1 e non solo... vista da BonarRIGO
Ed è la terza pole 2010 per Vettel. Prima fila tutta Red Bull
-
Shanghai, 5451 m / 56 giri. (due anni fa, quì si corse la 17° GP, l'anno scoroso il terzo). Ancora una cattedrale nel deserto ad opera, (manco a dirlo), dall'architetto Norman Tilke, costata la bellezza di 350 Milioni di Euro. Cosa dire di questo circuito? Il disegno del tracciato, riprende il primo ideogramma cinese "Shang" della parola Shanghai, che significa "in alto". Potremmo definirlo "medio-veloce". Due i rettilinei; su quello nettamente più lungo, è posta la linea del traguardo. Una zona mista-lenta, caratterizzata dalla cosidetta "chiocciola" o "cavatappi". Sede stradale molto ampia. Una zona tribune, caratterizzata da alte e opulente Torri, collegate fra loro da strutture a ponte, di cui, una funge da sala stampa, l'altra da ristorante.
-
Le QUALIFICHE 2009: La Ferrari si presenta SENZA IL KERS. Il team sorpresa di questa stagione, (la BrownGP), già dalle "libere", sembra ribadire ancora la sua superiorita con ambedue i piloti. Infatti, anche ne Q1, ancora una volta Button e Barrichello occupano le prime due posizioni. C'è però un team che (senza Kers, e senza diffusore evoluto) già dalla prima gara aveva dato segnali di grande competitività, questo team è la Red Bull. Nel Q2 infatti, svettano in classifica il giovanissimo tedesco Vettel ed il compagno Webber, sempre però seguiti dalle due BrownGP. Semmai, la delusione arriva, non solo dalla Ferrari, che in questa fase si ritrova escluso Massa (13°), ma anche la BMW, fuori con ambedue i piloti. Nella Q3, un grintoso Alonso (Renault), con l'unico estrattore modificato disponibile, si arrampica fino ad una incredibile seconda posizione, (con poca benzina a bordo), ma a conseguire la sua seconda Pole in carriera è il fenomenale Sebastian Vettel, (in 1' 36" 184). In lieve ripresa la McLaren, in forma Rosberg (Williams) e Buemi (Toto Rosso-Ferrari). La Top Ten: Vettel, Alonso, Webber, Barrichello, Button, Trulli, Rosberg, Raikkonen, Hamilton, Buemi.
VAI AL GP DI CINA 2009
Le Qualifiche 2010:

Q1: Luis Hamilton svetta su tutti, in forma le McLaren e le Ferrari, con delle Red Bull velocissime in agguato. Dietro i soliti della serie B.
Q2: Ancora Hamilton in pole, passa al turno successivo, tanto che Iil commentatore (ex pilota F1) Ivan Capelli, lo pronostica poleman per il turno finale. Il vecchio Schumi passa il turno per un pelo.
Q3: POLE di Vettel, che (con un tempo di 1' 34" 558), gela perfino il compagno di team Webber 2°. Prima fila tutta Red Bull, a seguire: Alonso, Rosberg, Button, Hamilton, Massa, Kubica, Schumacher (a sette decimi dal compagno), e Sutil.
__________________________________________
Il MONDIALE F1 2010
GP del BAHRAIN ........... GP d'AUSTRALIA
__________________________________________
Parliamone anche sul mio profilo FACEBOOK
Leggi l'altro mio blog: "IL GRIDO"
Leggi l'altro mio blog: "IOGEOMETRA"
VISITA il mio sito d'ARTE

domenica 4 aprile 2010

GP della MALESIA (3°/2010) Doppietta Red Bull, Out Alonso



F1 e non solo... vista da BonarRIGO
Massa balza al comando, ma è la Red Bull a trionfare!

Le QUALIFICHE di MALESIA 2010 (GUARDA)

IL MIO COMMENTO ALLA GARA
STRATEGIE. Ferrari, ecco come si butta un sicuro podio al vento. Al box della Rossa, hanno clamorosamente sbagliato (e non è la prima volta, con la gestione Domenicali), l'entrata in pista delle monoposto. Gara compromessa.
RED BULL: Sembra ormai assodato, se le lattine energetiche arrivano in fondo e non si rompono... non ce n'è per nessuno. La doppitta di oggi, mette in apprensione i grandi team della F1. Vettel è il veloce, Webber il solido scudiero. Se non faranno stupidaggini, il mondiale lo vinceranno loro.
Robert Kubica: Ancora il polacco. Su una Renault di serie "b", Robert agguanta un ottimo quarto posto che lo porta all'attenzione di grandi team per la prossima stagione. Si parla della Ferrari, ma mi sa che la Mercedes...
Fernando Alonso: Ha fatto del suo meglio. Ha rimontato (come Massa) dalle ultime posizioni. Aveva problemi al cambio ed ha attaccato Button fino a due giri dalla fine. Motore in fumo, zero punto, leadership persa. Ma lui non è tipo che si arrende.
Felipe Massa: E' il nuovo leader della classifica piloti. Ma, se dal GP di Cina non puntano a vincere, presto sulla vetta vedremo una Red Bull o un motore Mercedes.
Schumacher: Caro Michele ti scrivo, il tuo compagno non è il pacioso Barrichello, ma un pimpante Rosberg. Anche la fortuna sembra accanirtisi contro e perdi un dado ruota per strada. Zero punti e una certezza: non stai correndo per vincere questo mondiale. Continuerai per altri due nella speranza di tempi migliori, alla tua età?
____________________________________
AL TRAGUARDO

1. S. Vettel (red Bull) in 1h 33' 48" 412 (media 198, 541 Km/h)
2. M. Webber (Red Bull) a 4" 849
3. N. Rosberg (Mercedes) a 13" 504
4. R. Kubica (Renault) a 18" 589
5. A. Sutil (Force India) a 21" 059
6. L. Hamilton (McLaren) a 23" 471
7. F. Massa (Ferrari) a 27" 068
8. J. Button (McLaren) a 37' 918"
9. J. Alguersuari (Toro Rosso) a 1' 10" 602
10. N. Hulkekenberg (Williams) a 1' 13" 399

11. S. Buemi (Toro Rosso) a 1' 18" 938
12. R. Barrichello (Williams) a 1 GIRO
13. F. Alonso (Ferrari) a 2 GIRI
14. L. Di Grassi (Virgin) a 3 GIRI
15. K. Chandhok (Hispania) a 3 GIRI

____________________________________________________________
MONDIALE PILOTI

1. Felipe Massa (Bra) 39
2. Fernando Alonso (Spa) 37
3. Sebastian Vettel (Ger) 37
4. Jenson Button (GB) 31
5. Nico Rosberg (Ger) 35
6. Lewis Hamilton (GB) 31
7. R. Kubica (Pol) 30
8. Mark Webber (Aus) 24
9. A. Sutil (Ger) 10
10. M. Schumacher (Ger) 9
11. Tonio Liuzzi (Ita) 8
12. Rubens Barrichello (Bra) 5
13. J. Alguersuari (Spa) 2
14. N. Hulkenberg 1
__________________________________________________________
.
MONDIALE COSTRUTTORI
1. Ferrari 76
2. McLaren-Mecedes 66
3. Red Bull-Renault 61
4. MercedesGP 44
5. Renault 30
6. Force India-Mercedes 18
7. Williams-Cosworth 6
8. Toro Rosso-Ferrari 2
___________________________________________________________
ARRIVEDERCI al GP di CINA, Amici ferraristi. A Shanghai, il prossimo 18 Aprile.
___________________________________________________________
GP BAHRAIN 2010 .......... GP d'AUSTRALIA ......... GP di MALESIA
________________________________________________
FOGLIODISICILIA.IT le mie NEWS-Siciliane